Carrello

Contattaci: +39 392 3579934

Spedizione gratuita per ordini superiori a 59€

Prodotti Tipici Lucani 12 delizie da provare e comprare

Prodotti Tipici Lucani: 12 delizie da provare e comprare

La regione Basilicata è ricca di cultura, storia, tradizioni, e buon cibo. In questa terra, tra montagna e mare, nascono prodotti tipici e tradizionali tra i più buoni in Italia. Noi di Lutipico siamo specializzati nella vendita di prodotti tipici lucani che potete provare e comprare nel nostro negozio a Castelsaraceno, visitando il nostro sito, o attraverso la nostra app.

Creme, condimenti e conserve

Il rafano (conosciuto anche come barbaforte o cren) è una grossa radice bianca. Ha una forma cilindrica e il sapore è forte e deciso. Il rafano possiede molte proprietà benefiche. Svolge un’azione antibatterica e antibiotica ed è utile in caso di inappetenza, aiuta la digestione, e ha un rilevante potere infiammatorio. È utilizzato come tonico, stimolante e afrodisiaco ed è anche ricco di Vitamina C.

Definito anche il “Tartufo dei Poveri”, il rafano è utilizzato in cucina sin dai tempi antichi risalenti al Medioevo e può essere degustato sia fresco che in crema. Il rafano può essere utilizzato per preparare salse perfette come accompagnamento per il bollito, oppure grattugiato direttamente sui cibi

La crema di rafano lucano si esalta su una grande varietà di piatti. In Basilicata, è il Re del periodo di carnevale, quando praticamente in tutta la regione viene utilizzato per la preparazione della Rafanata, un piatto veramente gustoso.

Il peperone crusco è derivato della coltivazione di un particolare peperone lucano, il peperone di Senise IGP, il quale viene poi sottoposto ad essiccazione. È chiamato così perché è coltivato nell’area di Senise, un comune che si trova alle pendici del Parco Nazionale del Pollino in provincia di Potenza. Qui si coltiva questo peperone particolare piccolo e dalla forma allungata.

Una volta fatto essiccare, il Peperone di Senise IGP viene selezionato e lavorato a mano per poi essere fritto in olio extravergine di oliva, salato e confezionato in vasi in vetro che ne lasciano invariate le qualità organolettiche tipiche del “crusco”.

Non necessita di cottura e può essere utilizzato come semplice chips per accompagnare i tuoi aperitivi, come condimento per arricchire un primo piatto che sia di carne o di pesce o come contorno. È un peperone dal sapore dolce e la sua caratteristica di contenere poca acqua è quella che l’ha reso così adatto all’essiccazione.

La Cuccìa Lucana è un piatto tipico della tradizione culinaria lucana. È una zuppa composta da grano e legumi (lenticchie, fagioli, ceci, piselli e mais) cotti a fuoco lento e conditi con olio extravergine d’oliva. 

Secondo la tradizione, la cuccìa si prepara il 13 dicembre in onore di Santa Lucia. 

Prodotto naturale raccolto a mano, lavorato artigianalmente seguendo una ricetta tipica. Il sambuco è una pianta spontanea e selvaggia, fiore all’occhiello della zona, valorizzata in diverse varianti culinarie tra cui la confettura extra. Dei fiori del sambuco e dei loro mille usi culinari la comunità di Chiaromonte ha conservato una tale fervida memoria e tradizione che il presente del paese è stato capace di restituire alla pianta quell’aura magica che le è sempre appartenuta. Le sue bacche servono per tingere le fibre naturali nelle varie tonalità del viola e dai suoi fiori si ottengono le più svariate pietanze, tra cui la marmellata, dal gusto unico e inconfondibile.

Formaggi e salumi

Il Canestrato di Moliterno IGP è un formaggio a pasta dura, stagionato almeno 60 giorni, ottenuto per il 70-90% da latte intero di pecora e per il rimanente 30-10% da latte intero di capra.

Il Canestrato di Moliterno IGP è prodotto tutto l’anno utilizzando latte proveniente da greggi alimentati principalmente al pascolo, con foraggi freschi e fieni. La zona di produzione del Canestrato di Moliterno IGP interessa 60 comuni di cui 46 in provincia di Potenza e 14 in provincia di Matera, nella regione Basilicata. La fase di stagionatura deve avvenire solo all’interno del territorio del comune di Moliterno.

Il sapore del formaggio Canestrato di Moliterno è leggermente piccante, ottimo come formaggio da tavola quando è fresco, preferibilmente da grattugiare quando è stagionato.  La pasta è compatta, con occhiatura irregolare, al taglio si presenta di colore bianco o paglierino a seconda della stagionatura.

La razza podolica è la più rustica tra le razze italiane. Proviene dalla Podolia, una regione dell’Ucraina, e fu introdotta sull’Appennino Meridionale a seguito delle invasioni barbariche. D’inverno si adatta molto bene alla vita all’aperto e alle basse temperature dell’appennino lucano e molto spesso partorisce i vitelli nella neve. 

Le vacche podoliche si alimentano esclusivamente al pascolo, vengono munte una sola volta al giorno e la produzione deve essere completata entro le 24 ore. Questa razza bovina viene allevata in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise e Puglia. Dove il pascolo è povero, l’acqua poca ed è duro sopravvivere, la razza podolica trova il suo ambiente naturale.

Il caciocavallo podolico è un formaggio nobile, consumato soltanto in tavola, solitamente alla fine dei pasti. Ha un forma panciuta di anfora sormontata da una pallina. La pasta è di colore giallo paglierino, semidura e omogenea. Il profumo di latte e di fieno è intenso. La stagionatura  può arrivare anche a 5 o 6 anni.

La soppressata lucana è un insaccato composto da vari tagli di carne uniti al grasso di maiale, di antica tradizione lucana. Si tratta di un alimento ricco di proteine, vitamine (soprattutto del gruppo B), basso contenuto di colesterolo, e di vari minerali tra cui il ferro. La carne è tagliata a punta di coltello e lavorata senza aggiunta di additivi e conservanti, senza glutine e derivati del latte.

È un salume di antica tradizione lucana il cui nome deriva dal processo di lavorazione: durante l’essiccazione, infatti, la soppressata viene schiacciata in modo che possa assumere la sua caratteristica forma appiattita L.

Prodotto tipico di Castelsaraceno, la ‘Nuglia è la salsiccia “povera” della tradizione locale fatta con diversi tagli di carne di suino. Il gusto viene impreziosito con peperoncino leggermente piccante, sale, finocchietto e cotica.

Il prosciutto di Marsicovetere è un trancio di prosciutto disossato con grasso di maiale, frutto di una secolare tradizione e di saperi che si tramandano di generazione in generazione. È un prosciutto crudo di montagna, genuino, dal gusto un po’ saporito, perché la salatura viene fatta artigianalmente. Il tipico e particolare sapore si deve alla lavorazione. Infatti, il prosciutto viene cosparso con un impasto a base di sugna, pepe e peperoncino piccante macinato. Il suo sapore è frutto di un clima favorevole unito ad una giusta percentuale di umidità e ad una stagionatura eseguita in sottani o cantine, che non necessita di aerazione. 

Pasta e legumi

Il Senatore Cappelli è un un grano antico, a spiga alta, con radici profonde, ideale per essere coltivato biologicamente perché non sopporta di essere concimato troppo. La pasta di grano Cappelli fornirà più vitamine e sali minerali di quella di grano duro moderno, a parità di calorie (o anche meno). Il prodotto è essiccato a bassa temperatura, utilizzando le nostre farine Semola di Grano Duro di varietà “Senatore Cappelli”.

Le frese di Castelsaraceno sono saporite e croccanti, pronte alla tradizionale “sponzata”, ovvero l’umidificazione, per essere condite e diventare così un piatto unico, ricco e tradizionale.

Le frese seguono una lavorazione artigianale e tradizionale, con l’impiego delle migliori farine lucane, secondo tecniche storiche di panificazione, e numerose varietà di prodotti da forno artigianali e biologici.

Durante il processo di produzione, si pone attenzione alla macinazione dei grani e dei lieviti madri, per ottenere prodotti sani, genuini e ricchi di valori nutrizionali.

Il Fagiolo di Sarconi IGP si riferisce al legume ottenuto dalla coltivazione delle varietà Cannellino e Borlotto e di 20 ecotipi locali da queste derivati. La zona di produzione comprende il territorio nella provincia di Potenza.

Il Fagiolo di Sarconi IGP è un fagiolo rampicante da impollinazione. Il seme è tondo e nero dal sapore delicato e dalla buccia tenerissima. Si caratterizza inoltre per la polpa tenera, il sapore delicato e la rapidità di cottura che lo rende particolarmente digeribile.

Il Fagiolo di Sarconi IGP può essere conservato in frigorifero per quattro o cinque giorni. Se per molto tempo il fagiolo è stato consumato come alimento “povero”, alternativo alla carne, oggi è protagonista di una dieta equilibrata, usato come ingrediente in numerosi piatti. In cucina lo consigliamo con la pasta. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Spedizione Gratuita

per ordini superiori a 59€

Resi facili

30 giorni soddisfatto o rimborsato

Prodotti garantiti

Garanzia del produttore 100%

Pagamenti sicuri

PayPal / MasterCard / Visa